Tag: orgasmo

Tre cazzi enormi per Alice

Era estate e avevo passato davvero una giornata noiosa di sabato. Ho guardato dei video porno su luporno.net e mi sono fatto due volte la sega pero non avevo più voglia di stare in casa. Cosi ho deciso di andare con i miei amici, Filippo e Luca, in discoteca, per divertirmi e possibilmente trovare qualche ragazza. Filippo ha prenotato un tavolo e la sera ci siamo incontrati. Quando siamo arrivati, non c’erano molte ragazze pero dopo un periodo di crescente noia, incontriamo una ragazza, Alice, e le sue amiche. Alice era una ragazza che lo avevo visto anche altre volte e mi piaceva tantissimo. Aveva 23 anni con un culo tondo, tette belle e sode, bionda e non troppo alta. Abbiamo offerto alle ragazze un posto vicino a noi. Hanno gentilmente rifiutato, spiegando che erano già a un tavolo. Le ragazze erano chiaramente venute per una “serata tra ragazze”.

Io e i miei amici siamo rimasti fino alle tre circa e abbiamo deciso di partire. Proprio mentre stiamo per uscire dalla discoteca, sento la voce ubriaca di Alice: “Ragazzi, state aspettando anche me?”. Tutti e tre sorridiamo e ci capiamo brevemente guardandoci l’un l’altro.

Prendo la ragazza per un braccio e siccome lei era molto stordita, non si è nemmeno accorta che stavamo camminando per la mia strada, non per la sua. Siamo arrivati a casa mia. Alla fine, Alice si è illuminata e ha attirato la nostra attenzione: “Non dici che porti a casa anche me?”. Gli ho risposto che può restare con noi ancora un po e dopo la portiamo noi e ha accettato.

L’ho portata in soggiorno e ho cominciato a baciarla. Filippo iniziò a spogliarla mentre Luca stava giocando con i suoi seni e io la stavo baciando. Alice ha preso la sua posizione, se l’è messa in bocca il mio cazzo e nel frattempo Filippo tirò fuori il suo cazzo e la penetrò velocemente. Poi abbiamo messo Alice a pecorina e a turno, uno glielo ha messo in bocca e l’altro nella sua figa succosa. Lo stavamo facendo con lo scambio, in modo che nessuno rimanesse a parte. Alice gemeva continuamente e si perdeva tra un orgasmo e l’altro mentre si godeva i nostri cazzi enormi.

Il sudore gocciolava sulla povera ragazza mentre noi ci siamo alzati e abbiamo cambiato la posizione. Eravamo sdraiati sul divano e lei è salita ad uno ad uno, e ha iniziato a muoversi, avanti e indietro. Dopo circa 15 minuti abbiamo cambiato di nuovo e gliel’ho messa nel culo, sempre più veloce, sempre di più, finché non è entrata quasi tutta. Il mio posto è stato preso da Luca e poi da Filippo e Alice urlava come una pazza mentre tre cazzi enormi sfondavano senza tregua i suoi buchi caldi.

Abbiamo messo Alice in mezzo mentre Luca la scopava nella figa, io nel culo e Filippo in bocca. I tormenti di piacere di Alice finirono presto, perché Filippo si lasciò andare nella sua bocca, io le eiaculai nel culo, e Luca le spruzzò la figa allargata. Poi la ragazza, esausta, è andata a lavarsi, si è vestita e siamo andati a portarla a casa. Non riuscivo a crederci… è stato fantastico per tre ragazzi condividere la stessa donna.

Non posso resistere senza fare sesso

Tre mesi fa ho compiuto 37 anni. Fin da quando ero più giovane, mi piaceva essere più indipendente. Andavo pazza per i ragazzi e il sesso, guardavo sempre dei video xxx hard e ho sempre avuto una figa arrapata che ha sempre voglia di cazzo. Ho vissuto tutti i tipi di relazioni e ho partecipato anche alle feste che finivano spesso in una orgia.

Adesso faccio la direttrice di vendite e ogni mattina vado nel mio ufficio sempre vestita in una maniera sexy. Non sai nemmeno quanto siano importanti i vestiti per una donna. Ad esempio, fino a quando non ho raggiunto una situazione stabile con l’azienda, se avevo bisogno di aiuto per qualsiasi problema, mi bastava vestirmi in modo più sexy e sorridere con aria di sfida alla persona che poteva sostenermi, e le cose andavano esattamente come volevo. In azienda c’è un ragazzo 20enne che lavora nel deposito e che mi fa impazzire quando lo vedo. Anche se mi ha scopato non so quante volte, è molto rispettoso e mi chiama signora quando mi parla.

A volte, quando la mattina viene nel mio ufficio per portarmi la stampa, si sbottona subito i pantaloni con un’abilità che mi stupisce, tira fuori il cazzo e nei secondi successivi lo sento già spingersi dentro nella mia figa arrapata con una forza straordinaria.

Ha un cazzo molto grosso che mi fa sempre urlare come una pazza. Una volta mi ha detto che ho delle forme molto belle e che il suo cazzo e sempre duro per il fatto che lo eccito costantemente. Non mi ha mai chiesto favori e quando lo vedo così tenero, gli chiedo d’inginocchiarsi sulla scrivania, avvicino la mia sedia e lascio che mi dia delle lingue nella figa arrapata. Una volta ero in ritardo di un’ora per una riunione, perché semplicemente non c’era modo che potessi togliermi il suo cazzo dalla bocca. La sua pelle è così vellutata e la testa del suo cazzo è così attraente che sembra ipnotizzarmi. L’ho anche chiamato più volte a casa mia e a volte abbiamo fatto sesso in deposito. Ho notato che da quando ho iniziato a scopare alcuni dipendenti gli affari vanno molto meglio. Guadagno bene, posso pagarli in modo abbastanza soddisfacente e penso di venire a lavorare con un certo entusiasmo.

A essere sincera pero, quello che mi fa scopare meglio di tutti e il giovane 20enne con il suo cazzo grande. Ogni tanto la sera, quando torno a casa, lo chiamo sul cellulare e gli chiedo di parlarmi, di sentire la sua voce mentre mi strofino la figa arrapata. Al telefono ha più coraggio e mi parla anche volgarmente. A volte, se è con una delle sue ragazze, mi racconta con dettagli lussuosi come scopa. La mia figa diventa ancora più arrapata che poi il giorno dopo lo chiamo in ufficio per scoparmi. Mi sento sempre come una di quelle donne boss nei video xxx hard che scopano come matte.

Ogni mattina mi congratulo con me stessa per essere riuscita in questo modo e più di questo, sono contenta di essere ancora una donna felice.

La mia mamma porno

Questa storia risale 10 anni fa quando avevo circa 25 anni ed ero in spiaggia con mia madre. Un giorno, vado in acqua e vedo anche la mia madre che nuotava senza reggiseno. Ero bloccato, mi sono messo subito gli occhiali da sole neri in modo che non si accorgesse che la stavo guardando. Aveva seni tondi, non troppo grandi e capezzoli rosa. Ho sentito il mio pene salire e mi vergognavo, era la mia madre!

Quella sera, mentre faceva la doccia, sono andato a guardare dal buco della serratura, era così bella e mi piaceva come insisteva sulla sua figa pelosa tagliato corto anche sui seni, gli stessi seni piacevoli. Non so cosa sia successo ma mi eccitava molto pero pensieri vergognosi mi passavano per la testa! Sono tornato nella mia stanza e mi sono masturbato davanti a un film hard in streaming mentre guardavo un video con una mamma porno che scopava il figlio.

Al mattino sono andato nella sua stanza e quando entro la vedo dormire, nuda. L’ho guardata per qualche instante e poi sono uscito con il cazzo che mi faceva male dall’eccitazione.

Sono tornato nella mia stanza quando sento l’acqua nel bagno e mi accorgo che stava facendo la doccia, vado a guardare la maniglia della porta e la vedo insaponarsi la figa e il seni. Mi sono eccitato all’istante e vado in camera mia per guardare un altro film hard in streaming e masturbarmi. Pero questa volta non ho finito che la mia mamma porno appare dopo circa 20 minuti in accappatoio e si siede sul letto accanto a me.

Ha notato subito il mio cazzo eretto sotto i pantaloni e ha cominciato a dirmi che si e resa conto che la seguo in doccia e quando dorme. Sento che ora è il momento giusto per mettere in atto il mio diabolico piano. Mi tolgo l’accappatoio e lei rimane nuda, la metto sul letto, le apro le gambe e metto la testa tra le sue cosce calde, odorava così bene e la sua figa era così bella. Aveva piccole labbra sporgenti e la lecco lentamente, prendo il clitoride tra le mie labbra e lo succhio lentamente, lentamente. Gemeva e si accarezzava i seni, era tutta eccitata. Anch’io mi spoglio e lei guarda il mio cazzo eccitato e duro come una roccia.

Non ha fatto nessun gesto, mi siedo in ginocchio e continuo a succhiarle il clitoride finché, a un certo punto, sento uno scatto dalla sua pancia, è stato il primo orgasmo, abbastanza forte, succhio sempre, il suo liquido era così buono, gemette di piacere e mi accarezzò i capelli. Mi alzo lentamente e mi arrampico sopra di lei, le bacio i seni e vedo quanto erano eccitati i suoi capezzoli. Metto il pene nelle sue labbra ed entro lentamente mentre lei geme e trema. Poi decido di entrare dentro la sua figa e inizio a muovermi sempre più veloce mentre la mia mamma porno ha urlato di piacere e ha avuto il secondo orgasmo. Mi prese tra le braccia e mi sussurrò che non aveva mai avuto tali orgasmi prima. Sono rimasto in lei per qualche minuto, mentre la scopavo intensamente fino a quando ho finito e mi sono seduto accanto a lei.

Fare sesso per tutta la notte?  È possibile!

Fare sesso tutta la notte è una cosa che amano sia uomini che donne. È solo che fisiologicamente, durare a lungo è una vera sfida. Non è colpa di nessuno, davvero. Gli studi dimostrano che ci vogliono alle donne dai 10 a 20 minuti di stimolazione per raggiungere l’orgasmo , mentre ci vogliono solo 2-3 minuti dall’inizio del rapporto per gli uomini. Ecco alcuni suggerimenti su come fare durare le cose un po’ di più!

Permettetemi di affermarlo nel modo più chiaro possibile: i preliminari non sono facoltativi! Se davvero si vuole fare bene, bisogna iniziare bene prima ancora di iniziare il vero rapporto. Grazie ai preliminari gli uomini e le donne godono entrambi molto di più.

Inoltre, conoscere il corpo del vostro partner è divertente! Pensate in questo modo: se si vuole andare a correre, dobbiamo avere modo di avviare il motore, giusto? Anche il nostro corpo è una macchina delicata e vogliosa. A volte, ha bisogno di essere incoraggiata alla partenza. Ha bisogno della giusta miscela di combustibile e quantità di lubrificazione. È necessario premere il pulsante di avvio con la giusta quantità di pressione. E, soprattutto, è necessario portarla alla giusta temperatura prima di schiacciare il gas.

Continue Reading

Sette consigli per un buon orgasmo

Vediamo qualche consiglio per ciò che dovrebbe sempre accadere per avere un potente orgasmo!

  1. Individuare il punto G

Sì, questo punto magico esiste. Una donna dovrebbe imparare a localizzare la sua zona magica e insegnare al suo partner come farlo. Prova a pecorina! È più facile da individuare il punto g attraverso questa posizione durante il rapporto vaginale poiché la punta applica la pressione sul punto g più naturalmente. Le dita possono farlo bene. Essere sopra aiuta anche la donna perché il controllo della profondità e la velocità delle spinte significato lei controllerà come il punto g verrà colpito e come.

  1. Stimolare il clitoride

Ci sono possibilità minime di raggiungere l’orgasmo attraverso il rapporto vaginale da solo. Può accadere nel porno ma nella realtà non è probabile. Più di tre quarti delle donne hanno bisogno di stimolazione clitoridea per questo. Accarezzarlo con la mano, la lingua o un vibratore è il modo giusto. Questa zona contiene come molte terminazioni nervose sensibili come nel pene. Discutere con il vostro partner di come lei lo voglia è importante perché anche un tocco delicato sul clitoride può essere troppo intenso per alcune.

Continue Reading

Orgasmo vaginale e clitorideo: quali sono le differenze?

Conosci ogni segreto dell’orgasmo femminile? Vorresti capire quali sono le differenze tra orgasmo clitorideo esterno e orgasmo vaginale interno? In questo articolo cercherò di spiegarti in cosa si differenziano e perché uno è molto più semplice da raggiungere dell’altro. Continua a leggere sotto!

L’orgasmo femminile è un argomento complicato e controverso. Alcuni ritengono che esistano due orgasmi separati, uno esterno e uno interno, mentre altri lo considerano semplicemente un unico orgasmo a cui si può accedere tramite due vie. Studi scientifici e test effettuati su persone di tutte le età si trovano in netto contrasto tra loro accendendo ancora di più i dibattiti. Non vi è una vera e propria teoria finale accettata da tutti, tuttavia, nelle righe che seguono cercherò di analizzare tutto questo. È possibile affermare che le donne sono in grado di raggiungere l’orgasmo attraverso la stimolazione esterna del clitoride o attraverso la stimolazione interna delle pareti vaginali.

Continue Reading